Storia & biografia

 

 

 

le origini

La Giostra dell’Orso è una competizione che ha origini molto antiche e che affonda le proprie radici nell‘ antico “palio dei berberi”. Essa era disputata già nel 1200 e vi partecipavano i cavalieri più importanti dell’ epoca e nobili provenienti da tutta Italia. L’antico palio era così importante e sentito nella città che solo per gravi motivi (guerre, epidemie, ecc.) veniva talvolta soppresso.

Un documento comunale del 1514, attesta che la corsa si correva da una pietra miliare sulla via Lucchese alla chiesa di Santa Maria Cavaliera, situata a fianco del palazzo comunale. Si trattava dunque di un percorso rettilineo e misurava probabilmente circa tre chilometri. Dopo la costruzione del bastione mediceo di porta Lucchese, il palio fu disputato lungo la via dello Spianato, l’attuale Corso. Nel 1788 il palio fu corso sul prato di San Francesco.

Durante gli anni, le regole e il percorso hanno subito molti cambiamenti ma la formula della corsa rimase uguale fino allo scoppio della prima guerra mondiale . Nel 1947 il palio fu disputato per la prima volta in Piazza Duomo, e da allora fu chiamato “Giostra dell‘Orso”in onore dell’ animale araldico (l’ orso),rappresentato nello stemma cittadino (a Pistoia chiamato “il micco”).

 

                                                                                                                                                                       stemma di Pistoia

Che cos’è?

La Giostra dell’Orso è una manifestazione equestre che viene disputata tra dodici cavalieri, tre per ognuno dei quattro rioni cittadini, che si scontrano tra loro a due a due, per la conquista del palio o cencio. I Rioni di Pistoia sono 4 (rappresentanti le quattro porte d’ accesso alla città), che avevano come scopo, in antichità, quello di difendere la città con la propria fanteria equestre o semplici fanti; per questo motivo, ogni Rione è caratterizzato da un vessillo Suburbano (che identifica il quarto di città interessato). Essi sono: Il Cervo bianco, che è il rione dell’antica Porta Lucensis, l’attuale Porta Lucchese;  il Drago,  rione dell’antica Porta Caldatica o Gaiardatica, l’attuale Porta Carratica o Porta Fiorentina; il Grifone , rione dell’antica Porta San Andrea, oggi Porta al Borgo, e infine Il Leon d’oro, il rione della vecchia Porta Guidonis, attuale Porta San Marco.

                   

stemma Cervo bianco                          stemma Drago

 

                            

stemma Leon d’oro                               stemma Grifone
 

La gara della Giostra dell‘ Orso si compone di diciotto tornate, che vengono sorteggiate e stabilite la mattina del 25 Luglio, nelle quali i cavalieri devono abbattere un bersaglio a forma di orso colpendolo con una lancia. Il punteggio viene assegnato secondo questa modalità: tre punti a chi arriva primo e abbatte l’orso, un punto a chi arriva secondo e abbatte l’orso, zero punti a chi non colpisce l’orso. I punteggi acquisiti dai cavalieri nelle diverse tornate si vanno a sommare in base al rione di appartenenza e il rione che alla fine ottiene più punti vince la giostra e riceve il palio.

la giornata del 25 Luglio

Si inizia la mattina con il Corteggio storico-religioso ,ovvero il corteo storico che riproduce fedelmente l’ antica e solenne processione della vigilia di San Jacopo, a cui un tempo partecipavano tutte le personalità e le autorità più importanti di Pistoia, essa è chiamata anche Processione dei ceri.

                                

                                                                                                                                                                                                                    immagini relative al corteo storico di pistoia

Tutti i partecipanti al corteo sono in costume storico, e sfilano lungo tutto il centro per terminare dinanzi alla Cattedrale di San Zeno dove con una solenne Cerimonia di ingresso, il Corteo annuncia il suo arrivo con rulli di tamburo e chiede di entrare con tre squilli di tromba. La sera, in Piazza Duomo, viene disputata la famosa “Giostra dell’Orso”.

Cavaliere che corre durante la Giostra

come assistere all’evento

 

La Giostra dell‘ Orso è diventato, col tempo, un atteso appuntamento annuale, che richiama ogni anno migliaia di pistoiesi e turisti che, entusiasti, si godono lo spettacolo sugli spalti delle tribune numerate, costruite apposta per l’occasione; alle tribune si accede solo tramite biglietto, che costa 22 euro, e che si può acquistare presso l’ Ufficio Turistico di Pistoia in Piazza Duomo già dal 15 Luglio.

 

Piazza Duomo durante la cerimonia a Pistoia