Altare di Argento S. Jacopo

All’interno della Cattedrale di Pistoia è custodito un altare argenteo, dedicato all’apostolo Giacomo di Zebedeo (Iacopo, in toscano) , patrono del pellegrinaggio compostellano e, in Italia, della città di Pistoia fin dal secolo XII.
Il monumentale arredo liturgico, a cui hanno lavorato cinque generazioni di orafi a partire dal 1287, oltre ad essere una illustre testimonianza dell’oreficeria gotica e rinascimentale è un’opera importantissima per il pellegrinaggio verso Santiago di Compostela.

In origine l’altare era infatti anche custodia di una reliquia del corpo dell’apostolo giunta a Pistoia tramite il suo Vescovo Atto.
Al centro del dossale dell’altare campeggia la grande statua a tutto tondo dell’Apostolo Giacomo assiso in trono, in veste di patrono del pellegrinaggio e della città di Pistoia, capolavoro dell’oreficeria gotica realizzato dopo la peste del 1348 da Giglio Pisano.